La parola suriglia, nel remoto entroterra lucano, identifica la lucertola ed è rimasta negli echi appenninici dall’antica presenza greca (sàurus) che qui pervade ogni suono.
Una presenza antica, agile e curiosa, la suriglia, vestita di toni cromatici modernissimi in un fantastico contrasto con la texture preistorica della pelle.

Si adatta al cambio di condizioni adoperando diversivi e risanando magicamente riduzioni strategiche.
Esplora repentina, determinata nel suo istinto.
Esplora riflessiva, distinguendo le occasioni.


Suriglia Studio - Loading evolution